Brioche intrecciata con la marmellata nell’impasto

Cosa succede se all’impasto della brioche intrecciata aggiungiamo la nostra marmellata preferita? Otteniamo una brioche morbidissima dal colore pastello con un leggero retrogusto fruttato e un profumo irresistibile. Per ottenere un risultato migliore consiglio di usare una marmellata dal sapore deciso e dal colore vivace.

Brioche intrecciata con la marmellata nell’impasto

Tempo di preparazione: 20 minuti

Tempo di cottura: 30 minuti

Tempo totale: 50 minuti

Categoria: dolci, lievitati

Cuisine: vegetariano

Porzione: 1 brioche grande

Brioche intrecciata con la marmellata nell’impasto

Ingredienti

  • 450 g farina 00 (io Garofalo W350)
  • 0.5 cucchiaino di lievito di birra
  • 180 ml di latte tiepido
  • 1 uovo medio
  • 60 g di burro sciolto
  • 80 g di zucchero bianco
  • 1 cucchiaino di estratto di vaniglia
  • 100 g marmellata di mirtilli neri (io marmellata Cavazza)
  • 1 pizzico di sale

Note

Tempo di attesa 4 ore.

https://foodohfood.it/semplici-con-dolci/semplici-con-brioches/830-brioche-intrecciata-con-la-marmellata-nell-impasto

Istruzioni: Brioche intrecciata con la marmellata nell’impasto

Per questa ricetta ho usato una composta di frutta fatta con i mirtilli neri made by Cavazza. La composta ha un sapore forte e deciso che ha conferito alla brioche un retrogusto delicato, un colore viola pastello e un odore di mirtilli.

2 consigli per chi vuole preparare questa ricetta. Per mantenere la vostra brioche sia fresca e invitante anche il giorno successivo consiglio di usare poco lievito (come ho fatto io) e allungare i tempi di lievitazione. Invece se andate di fretta basta raddoppiare il lievito e dimezzare i tempi d’attesa.

Se usate una marmellata con tanto zucchero consiglio di ridurre lo zucchero che c’è nella ricetta altrimenti la brioche verrà stucchevole. Inoltre se decidete di aggiungere più marmellata per il colore è per un sapore più deciso allora vi consiglio di diminuire i liquidi ma non assicuro che avrete lo stesso effetto e sapore della mi ricetta originale. Vi voglio ricordare che i colori cambiano durante la cottura, in generale diventano più chiari mentre la parte esterna diventa più scura.

In una terrina mescolate la farina con il lievito secco e un pizzico di sale. Unite l’uovo, il latte tiepido e il burro sciolto e cominciate a impastare a mano o nella planetaria.

A questo punto unite la marmellata e l’estratto di vaniglia e continuate a impastare per 10 minuti finché l’impasto non diventa liscio ed elastico.

Spostate nella terrina leggermente unta, coprite con la pellicola trasparente e fate lievitare in un luogo caldo finché non raddoppia di volume. Il mio impasto ha necessitato di quasi 3 ore per raddoppiare.

I tempi di lievitazione sono indicativi, possono allungarsi o accorciarsi in base alla temperature dell’ambiente, freschezza del lievito, la forza della farina e altri fattori non legati alla ricetta.

Trascorso questo periodo sgonfiate l’impasto e dividetelo in 3 parti uguali. Con le mani stendete ogni impasto fino a creare 3 lunghi filoncini. Create una semplice treccia a tre fili partendo dal centro e sigillando le punte. Posate su una teglia da forno ricoperta con la carta da forno, coprite con un canovaccio di cotone e fate gonfiare per un’altra ora.

Spenellate la brioche con poco latte e spolverate con i semi di papavero. Infornate nel forno statico preriscaldato a 180 °C e cuocete per 35 minuti circa. Sfornate e fate raffreddare completamente prima di servire.

lot of love. B.

Bottone per il sito foodohfood seguimi su facebook

Note ricetta

Questa ricetta nasce dalla collaborazione con Cavazza – azienda specializzata nella produzione di composte di frutta, mostarde senapate, composti di verdura e succhi di alta qualità.

Rate this post

0 Condivisioni

Leave a Reply

avatar
  Subscribe  
Notificami

Related posts