Crostata integrale con le pesche

Nel periodo estivo delle pesche e delle albicocche questa crostata a preparazione veloce è un must in casa mia. Un’unione tra la dolcezza delle pesche, il sapore profondo della farina integrale racchiuso in una pasta frolla croccante, e il pizzico di piccantezza proveniente dallo zenzero. Da provare ancora calda con una cucchiaiata di gelato alla vaniglia.

Istruzioni: Crostata integrale con le pesche

In una terrina versate le 2 farine, aggiungete il pizzico di sale, lo zucchero di canna, lo zenzero (o la cannella) in polvere e il burro freddo tagliato a pezzettini.

Usando la forchetta o le punte delle dita sbriciolate il burro assieme alla farina finchè non acquista la consistenza della sabbia.

Unite l’acqua fredda, mescolate e impastate brevemente. Create una palla d’impasto. Avvolgete la palla nella pellicola trasparente e fatela riposare nel frigo per almeno mezz’ora.

Preparate le pesche. Sbucciatele, eliminate il nocciolo e tagliate a spicchi. Ponete i pezzi di frutta in una ciotola e cospargete di zucchero, fecola di patate, e altro zenzero. Mescolate delicatamente per ricoprire completamente la frutta.

Prendete l’impasto dal frigorifero e ponetelo sopra uno strato di carta da forno. Usando il mattarello (e la pellicola trasparente che avete usato per far riposare l’impasto) stendete l’impasto direttamente sulla carta da forno fino ad ottenere uno spessore di circa 4/5 mm. Disponete le fette delle pesche sul centro della pasta frolla lasciando un bordo di 3/4 cm.

Aiutandovi con la carta da forno piegate i bordi della pasta frolla verso il centro creando un bordo. Infornate nel forno preriscaldato a 180 °C per 45 minuti.

Preparate la glassa sciogliendo a fuoco basso la marmellata con qualche cucchiaio d’acqua.

Quando la crostata è pronta cospargetela con la glassa di marmellata di arance e fate intiepidire leggermente prima di servirla.

lot of love. B.

Bottone per il sito foodohfood seguimi su facebook

0 0 vote
Article Rating
0 Condivisioni
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Related posts