Crema pasticcera classica al limone – come farla perfetta senza grumi

La crema pasticcera classica al limone è una crema base dolce, delicata e vellutata. Per renderla morbida e con il sublime retrogusto al limone e vaniglia occorrono pochi ingredienti e qualche trucco semplice per averla sempre perfetta e senza grumi. Potete trattarla come un dolce al cucchiaio vero e proprio, mettendola nelle coppette e decorandola con la frutta. È perfetta come il ripieno di crostate e crostatine con la frutta, come il ripieno di bomboloni, éclair, bigné, pasticcini. Usatela per farcire le torte come pan di spagna o sponge cake, creare dessert millefoglie oppure farcire e decorare le cream tart.

Come ogni ricetta della tradizione esistono tante versioni e numerose varianti come per esempio crema pasticcera al cioccolato o alla cannella, con l’aggiunta di mascarpone o con pochi tuorli per renderla perfetta per la cottura al forno. Oggi vorrei proporvi la mia versione preferita di crema pasticciera ossia quella classica, gialla, lucida e setosa. La ricetta è veramente semplice e veloce. Sotto troverete tutti i trucchi e spiegazioni per renderla sempre perfetta.

Istruzioni crema pasticcera classica al limone

*Il primo trucco da usare è di preparare un contenitore per la nostra crema pasticcera, nel mio caso una semplice ciotolina, che è stata posata precedentemente nel freezer per 5 o più minuti. Questa ciotolina ci servirà per abbassare velocemente la temperatura della crema e prevenire creazione di eventuali grumi.

Versate il latte in un pentolino. Unite i semi di un baccello di vaniglia o un cucchiaino di estratto di vaniglia. Aggiungete la scorza di mezzo limone usando solo la parte gialla in quanto la parte bianca renderebbe la crema amara.

Accendete la fiamma e portate lentamente a ebollizione.

Mentre il latte si sta scaldando in una seconda pentola versate lo zucchero e l’amido di mais o di riso. Unite i tuorli a temperatura ambiente.

*Avere i tuorli a temperatura ambiente è un altro passo importante. I tuorli troppo freddi presi direttamente dal frigo subiscono lo shock termico al contatto con il latte caldo e alterano la consistenza della crema.

Mescolate il tutto velocemente con la frusta da cucina. All’inizio i tuorli creeranno una pastella ma pian piano diventeranno più morbidi fino a creare un liquido denso.

*Per ottenere una crema perfetta non bisogna mai lasciar riposare i tuorli mescolati con l’amido e zucchero in quanto potrebbero separarsi.

Togliete il latte in ebollizione dal fuoco e versatelo attraverso un colino in tre volte al notro mix di tuorli. Mescolate ogni volta con la frusta da cucina per amalgamare bene gli ingredienti. Scartate la buccia di limone e eventuali baccelli di vaniglia.

*Usare il latte già caldo aiuta a mantenere il gusto fresco e delicato della crema. I tuorli non subiscono il cambio di temperatura troppo forte o veloce usando la cottura prolungata sopra la fiamma quando usiamo il latte freddo.

Nota dall’autore di questa ricetta

Approfitto un secondo per dirvi che apprezzo tantissimo che avete deciso di preparare la mia ricetta. Se vi fa piacere sarei molto felice e potrebbe essere un enorme aiuto per me se mi seguiste sul mio canale social ufficiale come per esempio instagram dove pubblico tutte le ricette nuove. Per diventare mio follower basta cercare foodohfood nel vostro instagram oppure cliccare su questo link: https://www.instagram.com/foodohfood/ e premere Segui. Grazie di cuore, Barbara. ^_^

Crema pasticciera senza grumi – la cottura

Posate la pentola sul fuoco medio basso e continuate la cottura mescolando in continuazione. La crema si addenserà in pochi attimi. Spegnete il fuoco appena raggiungete la consistenza desiderata.

*Non cuocete troppo a lungo la crema in quanto la temperatura troppo alta provoca il retrogusto di uovo cotto. Se la crema dovesse apparire troppo poco strutturata, allontanatela dal fuoco, girate velocemente e riponete di nuovo per qualche secondo sul fuoco.

Prendete il vostro contenitore dal freezer. Versate la crema densa dentro il recipiente e mescolate con la frusta per abbassare velocemente la cottura.

*Questo passaggio vi assicura che la crema non continua ad addensarsi e creare i grumi in quanto togliendola dal fuoco ha ancora la temperatura alta ossia continua a cuocere.

Vi rendete conto che la vostra crema è perfetta quando rimane liscia, lucida e vellutata con un delicato retrogusto al limone e vaniglia.

Per non creare uno strato denso sulla superfice copritela con la pellicola trasparente a contatto con la crema. Conservate nel frigorifero e usate all’occorrenza.

lot of love. B.

p.s. Se cercate una ricetta buonissima con la quale potete usare la vostra crema pasticciera controllate la mia Torta morbida per la colazione con ricotta e vaniglia (foto sotto).

14 Condivisioni
Subscribe
Notificami
guest
2 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments

Related posts

Cerca la ricetta