Ravioli polacchi con grano saraceno e crauti

Buonissimi pierogi (ravioli polacchi) con grano saraceno* e crauti. Pieni di sapore e croccanti grazie alla seconda cottura in padella. Da provare!

Ravioli polacchi con grano saraceno e crauti

Tempo di preparazione: 1 ora

Tempo di cottura: 15 minuti

Tempo totale: 1 ora, 15 minuti

Categoria: primi piatti

Cuisine: vegetariano

Porzione: per circa 50 pierogi

Ravioli polacchi con grano saraceno e crauti

Ingredienti

  • 500 g di farina 00
  • 240 ml di acqua molto calda
  • 1 cucchiaio di burro morbido
  • 120 g di grano saraceno
  • 120 g di crauti
  • 1 cucchiaio di concentrato di pomodoro
  • 120 ml di acqua
  • q.b. di sale e pepe
  • q.b. di olio
https://foodohfood.it/primi-piatti/pasta-ripiena/696-ravioli-polacchi-con-grano-saraceno-e-crauti

Istruzioni: Ravioli polacchi con grano saraceno e crauti

Per questa ricetta ho usato il grano saraceno di Bartolini che dopo la cottura ha mantenuto la sua forma compatta e non è diventato scotto. Delicato ma ricco di sapore.

Mettete la farina in una terrina o sulla spianatoia e a poco a poco unite l’acqua molto calda. Lavorate l’impasto finchè non diventa liscio ed omogeneo per circa 10 minuti aggiungendo il burro durante la lavorazione. Coprite con la pellicola trasparente e lasciate riposare per una mezz’ora.

Intanto preparate il ripieno. Cuocete il grano saraceno seguendo i tempi del produttore in abbondante acqua salata, scolate e mettete da parte. Assaggiate i crauti (freschi o nel barattolo) e se troppo acidi sciacquateli sotto l’acqua fresca, strizzate e mettete in una padella assieme al burro, al concentrato di pomodoro e all’acqua.

Cuocete circa 10 minuti a fuoco basso o finchè i crauti non si ammorbidiscono e l’acqua evapora quasi totalmente. Spegnete la fiamma e aggiungete il grano saraceno. Assaggiate e regolate con il sale e pepe. Mettete da parte finchè il ripieno non è completamente raffreddato.

Sulla spianatoia ricoperta con poca farina dividete l’impasto in 4 parti uguali. Allungate ogni pezzo in lunge strisce dopodichè tagliate a pezzi larghi circa 1 cm e mezzo.

Stendete ogni pezzo d’impasto fino ad ottenere dei dischetti molto sottili. Distribuite il ripieno di patate al centro dei dischi di pasta. Richiudete ogni disco a mezzaluna, schiacciate leggermente i bordi in mezzo alle dita per chiudere completamente per poi richiuderle nel vostro modo preferito (io ho chiuso i pieroghi facendo il bordo piegato su se stesso).

Usate questo metodo per creare circa 50 pierogi. Tenetele sulla spianatoia leggermente spolverati con la farina e coperti con un canovaccio di cotone per non farle seccare.

Portate ad ebollizione dell’abbondante acqua salata. Lessate i pierogi a più riprese. Una volta cotti teneteli su un piatto ricoperto con poco olio d’oliva. Una volta cotti tutti eseguite la seconda cottura su una padella antiaderente con poco olio d’oliva finchè non diventano dorati e croccanti dopodichè servite immediatamente. Se volete cuocete i ravioli in un secondo momento e vi consiglio di congelarli dopo che sono stati cotti nell’acqua per poi usarli al momento del bisogno.

lot of love. B.

Bottone per il sito foodohfood seguimi su facebook

Ravioli polacchi con grano saraceno e crauti
4 (80%) 1 vote

3 Condivisioni

Leave a Reply

avatar
  Subscribe  
Notificami

Related posts